mer 02 set | Lido Sassabanek

2 settembre Il Grande in Provincia | Don Pasquale | Sassabanek|

La registrazione è stata chiusa
2 settembre Il Grande in Provincia | Don Pasquale |  Sassabanek|

Orario & Sede

02 set 2020, 21:00
Lido Sassabanek, Via Colombera, 2, 25049 Iseo BS, Italia

Info sull'evento

Per partecipare all'evento è necessaria la prenotazione. Le prenotazioni sono attive da sabato 29 agosto sul sito  www.sassabanek.it. Per tutte le informazioni 030 980603 (Lido di Sassabanek).

La rassegna Il Grande in Provincia si arricchisce di un altro appuntamento. Il lido Sassabanek, affacciato sul Lago di Iseo, ospiterà il recital d’Opera dedicato al capolavoro donizettiano Don Pasquale.

Saranno Erika Tanaka, Antonio Mandrillo, Omar Kamata e Dario Giorgelè a interpretare i principali personaggi dell’opera: Norina, Ernesto, il Dottor Malatesta e Don Pasquale. L’accompagnamento al pianoforte sarà condotto dal Maestro Alessandro Trebeschi. 

ERIKA TANAKA Ha debuttato Violetta Valéry in La Traviata di Giuseppe Verdi nella produzione del Teatro Comunale di Bologna nel 2019. Il Teatro Comunale di Bologna è stato il palcoscenico di molti dei suoi debutti, nel 2018 Zerlina in Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart; Lauretta in Gianni Schicchi di Giacomo Puccini; Una voce dal cielo in Don Carlo; nel 2017 Serpina in La serva padrona di Giovanni Battista Pergolesi; nel 2015 è stata Norina in Don Pasquale di Gaetano Donizetti e nel 2012 Aristea in L’Olimpiade di Myslivecek. Nel 2015 è stata Daria in Le convenienze ed inconvenienze teatrali di Gaetano Donizetti al Teatro di Treviso e Musetta in La Bohème di Giacomo Puccini al Teatro Francesco Stabile di Potenza. Nel 2017 è stata Annina in La Traviata di Giuseppe Verdi al Teatro Comunale di Bologna e Nella in Gianni Schicchi di Giacomo Puccini. Ha frequentato la Scuola dell'Opera di Bologna e l'Accademia alla Scala. ANTONIO MANDRILLO Nel 2018 debutta il ruolo del Duca di Mantova dal Rigoletto al Teatro Regio di Parma e il ruolo di Rinuccio del Gianni Schicchi a Milano con l’associazione Voceallopera diretta dal regista Gianmaria Aliverta; nello stesso ruolo è in diverse produzioni a Parma e Reggio Emilia con la Filarmonica dell’Opera Italiana. Si è esibito in un concerto dedicato ai giovani talenti del Conservatorio Arrigo Boito di Parma accompagnato dall’Orchestra regionale dell’Emilia-Romagna. È tenore solista nello Stabat Mater di Rossini in versione integrale con riduzione per due pianoforti e partecipa al 44° Festival della Valle d’Itria a Martina Franca in diversi spettacoli tra cui il concerto Tra dolci e cari palpiti in commemorazione di Alberto Zedda diretto da Fabio Luisi con l’Orchestra della Accademia alla Scala di Milano e Novecento e oltre in cui esegue le Soirées musicales di Rossini. Debutta il ruolo di Ernesto del Don Pasquale al Wexford Opera Festival in Irlanda e i ruoli l’Incredibile e l’Abate nell’Andrea Chénier al Teatro Magnani di Fidenza. Nel 2019 ha conseguito il diploma accademico di I livello in canto lirico al Conservatorio Arrigo Boito di Parma. È stato protagonista di diversi concerti durante la Festa dell’Opera di Brescia e la Donizetti Night di Bergamo. È vincitore del concorso Rizzardo Bino nel quale ha conseguito il primo premio, il Premio come giovane promessa e il Premio speciale offerto dalla Royal Opera House di Muscat. OMAR KAMATA Nato a Treviso, diplomato in canto presso il conservatorio di Vicenza, ha iniziato a studiare la fisarmonica all’età di cinque anni, strumento che suona ancora in concerti e talvolta utilizza in produzioni liriche. Dal 2004 è baritono protagonista in Carmen, Don Pasquale, L’Elisir d’amore, La Vedova allegra, I Pagliacci, Cavalleria Rusticana, Così fan tutte, Don Giovanni, Carmina Burana, La Bohème, Gianni Schicchi, Madama Butterfly, Il Tabarro, Tosca, Turandot, Il Barbiere di Siviglia, La Cenerentola, L’Italiana in Algeri, Il Viaggio a Reims, Aida, Falstaff, Nabucco, Otello, Rigoletto, La Traviata, Il Trovatore. Tra le varie realtà musicali dove ha cantato si segnalano Arena di Verona, Grosses Festspielhaus di Salisburgo, Greek National Opera, Epidaurus Festival, Art Center di Seul, Suntory Hall, Karuizawa Ohga Hall. Si è esibito in oltre 30 paesi. Nel 2019 è cover del leggendario Placido Domingo in La Traviata e canta diretto dallo stesso Domingo quando quest’ultimo dirige. Tra i numerosi direttori con cui ha lavorato segnaliamo Domingo Hindoyan, Daniel Oren, Julian Kovatchev; ha lavorato inoltre con i registi Hugo de Ana, David Livermore, Franco Zeffirelli. DARIO GIORGELÈ Basso-baritono veronese, è attivo da più di quindici anni nei Teatri italiani dove ha debuttato più di 50 ruoli. Si è specializzato nel repertorio buffo e del’700 debuttando i personaggi principali delle opere più famose di Mozart, Rossini, Donizetti. All’estero ha cantato all’Opera Comique di Parigi e alla Konzerthaus di Vienna nelle farse rossiniane Il signor Bruschino e La cambiale di matrimonio e all’Opera Nazionale e al Grand Theater Sejong di Seoul è stato Dulcamara. Nel 2011 ha avuto strepitoso successo come Papageno in Il flauto magico che ha aperto la stagione al Carlo Felice di Genova trasmesso in diretta su RAI 5. È stato ancora Papageno nel 2016 nei Teatri di Bassano e Rovigo e nel 2017 al Verdi di Trieste. Ha lavorato anche nella prosa in Histoire du soldat (Diavolo) al “Donizetti” di Bergamo. Ha portato sulle scene Il Grande George, spettacolo di sua invenzione adatto agli amanti della lirica ma anche a un pubblico vario dove, tra arie buffe, magia, giocoleria e trasformismo, sfoggia le sue molteplici capacità di cantante-attore. ALESSANDRO TREBESCHI È stato allievo di Giacomo Bellini, Rinaldo Rossi, Cristiano Burato e Piernarciso Masi. Come solista e accompagnatore ha suonato in diversi paesi: Italia (Sala Verdi, Milano), Polonia (Palazzo della Rappresentanza Europea a Cracovia), Spagna (Teatro Liceu a Barcellona) Moldavia (Organ Hall di Kishinev), Macedonia (Festival di Bitola e Conservatorio di Skopje), Germania (Kawai Hall a Krefeld, Dusseldorf, Wesel, Essen), Austria (Eisenstadt, Haydn museum), Francia (Ouistreham, Parigi), Giappone (Hamamatsu). Come maestro collaboratore lavora stabilmente con il Teatro Grande di Brescia, e ha collaborato con il “Donizetti Festival” di Bergamo, con il “Maggio Musicale Fiorentino” di Firenze suonando sotto la direzione di numerosi direttori. Lavora come accompagnatore pianistico nei Conservatori di Milano e Mantova.

Condividi questo evento