• LuckyLikeLake

Cristina dona i suoi iris ai comuni per una aiuola in ricordo delle Donne Vittime di Violenza



dalla pagina Facebook Giardino le Iris di Trebecco
"Con grande gioia e soddisfazione vi annuncio il mio terzo progetto contro la violenza sulle donne, stavolta botanico È rivolto a tutti i comuni di Italia
Regalo un kit con le iris barbate della mia collezione preziosissima per realizzare una aiuola in ricordo delle Donne Vittime di Violenza
Se pensi che anche il tuo Comune sia interessato ad aderire a questa mia iniziativa, contattami in privato
Aiutami a creare Bellezza: LA BELLEZZA CI SALVERÀ"
Regalerò dei rizomi di iris per creare una bordura di Bellezza.
Le iris provengono dalla mia preziosissima collezione di iris ereditata da mio padre Luigi Mostosi, ibridatore e botanico
il progetto è rivolto a tutti i COMUNI ITALIANI
Unica condizione:
nella bordura dovrà essere messa una targa in metallo, sulla quale vengano incise queste parole:
PROGETTO BOTANICO "UNA IRIS PER NON DIMENTICARE" DEDICATO A PAOLA MOSTOSI E A TUTTE LE ALTRE DONNE VITTIME DI VIOLENZA.
(Collezione di iris Luigi Mostosi)

Regalerà ai comuni che ne faranno richiesta un kit con bulbi di iris barbata per realizzare una aiuola, in cambio chiede che una targhetta informi che si tratta di “Progetto botanico: una iris per non dimenticare” dedicato alla sorella Paola e a tutte le donne vittime di violenza.

Cristina Mostosi ha trovato la prima adesione dal comune di Songavazzo in provincia di Bergamo ora si spera che molti altri lo imiteranno in tutta Italia.

Cristina ha ereditato dal padre Luigi, famoso botanico conosciuto a livello internazionale per gli ibridi di iris che ha creato, mancato sei anni fa, il suo giardino a Castel Trebecco - Credaro (BG), lì ha impiegato tutte le sue energie e le sue idee per realizzare progetti coinvolgenti.

Trae dal giardino la forza per reagire al grave lutto della perdita della sorella più piccola a causa di un grave atto di violenza.

Cristina partecipa spesso a fiere florovivaistiche per sovvenzionarsi ma non è questo lo scopo principale. Per far vivere il suo progetto ha contatti con artisti che riproducono i suoi iris, realizza con loro laboratori di acquerello, poi arriva l’idea di creare una biblioteca della natura da rendere pubblica arricchendola con il contributo di altre persone che possano donare pubblicazioni sui temi della botanica, ornitologia, geologia. E in seguito animarla con iniziative, progetti d’arte, laboratori.

I volumi raccolti finora sono quattromila provenienti da privati e case editrici, ora l’appello ad enti e istituzioni di mettere a disposizione in comodato d’uso gratuito spazi per la biblioteca in memoria di Paola Mostosi e dare una degna collocazione per renderli fruibili. Spazi per poter realizzare altri progetti di nuove attività legate all’arte ed alla natura che possono avere, sicuramente, una ricaduta positiva sul territorio.


Se volete rispondere al suo appello potete contattarla sugli spazi social:

Instagram : Le Iris di Trebecco

Facebook: Giardino le Iris di Trebecco


68 visualizzazioni0 commenti